domenica 9 maggio 2021

Tristano e Isotta su RAI Movie

Tristano e Isotta
è il film scelto da Rai Movie per la prima serata di domenica 9 maggio 2021, rilettura della leggenda medievale con James Franco e Sophia Myles diretti da Kevin Reynolds.
 
Caduto l’Impero Romano alcune tribù britanniche tentano di opporsi agli attacchi irlandesi che durante un assalto a sorpresa compiono un massacro e Lord Marke perde una mano per salvare il giovane orfano Tristano che poi alleva come suo figlio per farlo diventare un abile guerriero. Proprio durante una battaglia, però, viene gravemente ferito, dopo aver ucciso il rude irlandese Morholt, e creduto morto dai suoi compagni. Il suo corpo vagherà alla deriva su una barca arrivando sino alle coste dell’Irlanda dove la bella Isotta si prenderà cura del cavaliere, e tra i due nascerà una travolgente passione.  Tra i due nasce un amore clandestino, che strazia i due giovani quando Tristano è costretto a fuggire dall’Irlanda, essendo lui l’assassino del brutale promesso sposo di Isotta. Vincerà l’amore o la battaglia?

mercoledì 28 aprile 2021

"Bogre. La grande eresia europea" anteprima nazionale al Cinema Massimo di Torino

Alla riapertura delle sale, AIACE Torino e Piemonte Movie riprendono tempestivamente il contatto diretto con il pubblico presentando, in anteprima nazionale, sabato 8 maggio 2021, al Cinema Massimo di Torino (Sala Cabiria, ore 15), Bogre. La grande eresia europea, il nuovo lavoro del documentarista e sceneggiatore Fredo Valla.
Organizzata in collaborazione con Film Commission Torino Piemonte – che ha sostenuto la realizzazione del lungometraggio attraverso il Piemonte Doc Film Fund – e con il Museo Nazionale del Cinema, la proiezione sarà anche occasione di rendere omaggio alla lunga carriera del regista, presente in sala, tra gli esponenti del più coerente e rigoroso cinema d’autore di produzione italiana e attualmente candidato ai David di Donatello come co-sceneggiatore del film di Giorgio Diritti Volevo nascondermi.
Bogre. La grande eresia europea racconta un lungo viaggio sulle tracce di Catari e Bogomìli, eretici del medioevo diffusi dai Balcani all’Occidente europeo. In lingua d’oc bogre (si legge bugre) significa bulgaro, ma da secoli la parola ha assunto il significato di inetto, babbeo, di colui che maschera la verità. Dal XII secolo bogre divenne un insulto diretto ai Catari d'Occitania, assimilati al movimento dei Bogomìli bulgari, da cui il catarismo occidentale derivava: questo rapporto è la testimonianza di un medioevo tutt’altro che buio e immobile, nel quale le idee viaggiavano da un capo all'altro dell'Europa. Girato attraverso Bulgaria, Italia, Occitania, Bosnia e in cinque lingue (bulgaro, francese, occitano, italiano e bosniaco), il film ricostruisce le relazioni tra i due movimenti. Storia di idee, di religioni, di incontri, di persone, di poteri, Bogre parte da una persecuzione dimenticata per fare luce sulle intolleranze del passato e del presente. «Le vicende di questi eretici – spiega il regista – trovano un parallelo in storie a noi più vicine, come la Shoah, il genocidio armeno, l’intolleranza verso chi e diverso da noi e viene a “invadere” l’Occidente civilizzato: i bogre di oggi. È una storia estirpata dai libri di storia, ma che, purtroppo, ritorna puntuale nel corso dei secoli».

giovedì 1 aprile 2021

Dante in Emilia Romagna

S’intitola ‘Dante in Emilia Romagna’ il video su Youtube, dedicato al viaggio del Sommo Poeta nella ‘terra tra gli Appennini e l’Adriatico’, che lo vide esule dopo l’allontanamento forzato da Firenze. Un itinerario che si snoda tra bellissimi scenari paesaggistici e capolavori dell’arte, fonti di ispirazione nella Divina Commedia. Un corto che vede protagonista anche la fortezza medievale di Castrocaro: il figurante che interpreta Dante è ritratto mentre varca l’imponente portone ferrato della rocca e scende nei misteriosi sotterranei; nella sala del castellano è ripreso mentre scrive lettere agli Ordelaffi. Il video, realizzato da WildLab Multimedia, è prodotto dalla Regione in collaborazione con Società Dantesca Italiana e con il patrocinio del Ministero della cultura, Comitato nazionale Dante 2021 e Associazione degli italianisti.

giovedì 25 marzo 2021

Dante 700 - Inferno - E quindi uscimmo a riveder le stelle

Il 25 marzo è la data che gli studiosi individuano come inizio del viaggio ultraterreno della Divina Commedia, e per questo recentemente dedicata a Dante Alighieri. Il sommo poeta è da sempre il simbolo della cultura e della lingua italiana, ricordarlo insieme vuole essere un modo per unire ancora di più il Paese in questo momento difficile, condividendo i suoi versi dal fascino senza tempo.
La Corsa all'Anello partecipa all'iniziativa con “Dante 700 - Inferno - E quindi uscimmo a riveder le stelle”, cinque canti dalla Divina Commedia, a cura di Andrea Mengaroni, che, attraverso la sua voce, farà vivere agli spettatori alcuni dei più celebri canti dell'Inferno ed allo stesso tempo li accompagnerà nei suggestivi scenari di una Narni Dantesca. In questo strano viaggio gli spettatori saranno introdotti da un personaggio misterioso e che pochi conoscono, un certo Gilio Cellio, notaio narnese che ebbe l'onore di conoscere Dante Alighieri. Gilio, dopo avere conosciuto i versi del sommo poeta, non può che immaginare la Narnia della sua epoca e i suoi cittadini essere i protagonisti, loro malgrado, della Divina Commedia stessa.
Lo spettacolo verrà trasmesso in streaming, alle ore 21,00 giovedì 25 marzo 2021, sul sito ufficiale della Corsa all’Anello www.corsallanello.it e sui canali facebook e youtube. L'evento, è stato realizzato in collaborazione con Odli (Organizzazione Diffusione Lingua Italiana). Per questo motivo, il video, sarà visto in contemporanea dagli studenti, nella sede del Consolato d'Italia a Miami.